LE VIE DEI TRATTURI, IL TRATTURO REGIO IN MTB

Il tratturo è un largo sentiero erboso, pietroso o in terra battuta, sempre a fondo naturale, originatosi dal passaggio e dal calpestio degli armenti. In collaborazione con LE VIE DEI TRATTURI.

Il suo tragitto segna la direttrice principale del complesso sistema reticolare dei percorsi che si snodano e si diramano in sentieri minori costituiti dai tratturelli bretelle che univano tra loro i tratturi principali, dai bracci e dai riposi. Questi percorsi erano utilizzati dai pastori per compiere la transumanza ossia per trasferire con cadenza stagionale mandrie e greggi da un pascolo all'altro. In Italia l'intrecciarsi di queste vie armentizie, stimato in 3.100 km, si rileva nei territori delle regioni centro-meridionali. Le vie erbose si trovano diffuse principalmente in Abruzzo, Molise, Umbria, Basilicata, Campania e Puglia. Le loro piste erano percorse nelle stagioni fredde in direzione sud, verso la Puglia, dove esisteva, presso la città di Foggia la Dogana delle Pecore, mentre nei mesi caldi le greggi percorrevano il percorso inverso tornando ai pascoli montani dell'Appennino centrale dove la pastorizia era invece regolata dalla Doganella d'Abruzzo L'intero apparato stradale si origina nelle zone montane e più interne dell'area abruzzese e si conclude nel Tavoliere delle Puglie. Lungo i percorsi si incontravano campi coltivati, piccoli borghi dove si organizzavano le soste, dette stazioni di posta, chiese rurali, icone sacre, pietre di confine o indicatrici del tracciato. I Regi Tratturi costituiscono una preziosa testimonianza di percorsi formatisi in epoca protostorica in relazione a forme di produzione economica e di conseguente assetto sociale basate sulla pastorizia, perdurati nel tempo e rilanciati a partire dall'epoca normanno-sveva, e poi angioina ed aragonese, così da rappresentare un frammento di storia conservatosi pressoché intatto per almeno sette secoli e via via arrichitosi do ulteriori stratificazioni storiche, tanto da renderli il più imponente monumento della storia economica e sociale dei territori dell'Appennino Abruzzese-Molisano e del Tavoliere delle Puglie.

REGIO TRATTURO L'AQUILA-FOGGIA – DALLA MONTAGNA AL MARE. PERCORSO STORICO

ll Tratturo L'Aquila-Foggia, con i suoi 244 km originari, era il più lungo, grande e il più importante dei cinque Regi Tratturi: per questo motivo, era chiamato anche "Tratturo Magno". Si tratta del più "adriatico" di tutti, convogliando le enormi greggi provenienti dai massicci del Gran Sasso, di parte del Sirente e della Majella ai vasti pascoli del Tavoliere delle Puglie, dopo aver lambito in più occasioni le sponde del Mar Adriatico; unico caso nel quale le pecore e i pastori arrivavano a toccare anche materialmente l'acqua del mare. Da esso si diparte e poi si ricongiunge il Regio Tratturo Centurelle-Montesecco, collegati a metà strada anche dal Tratturo Lanciano-Cupello.
Il suo tracciato, un vero e proprio percorso storico tra l'Abruzzo e la Puglia attraverso il Molise, parte dalla Basilica di Collemaggio dell'Aquila ed è caratterizzato nell'Aquilano da tratti alquanto integri e da numerose chiese tratturali.
Il Tratturo Magno veniva percorso dalle greggi al pascolo sul versante sud del Gran Sasso e sul versante nord del Sirente, seguendo sotto la città di L'Aquila il corso dell'Aterno per circa 10 chilometri. L'inizio può essere simbolicamente individuato nel Parco della Transumanza, adiacente alla Basilica di Collemaggio, edificata nel XIII secolo proprio con il contributo della corporazione dei Lanaioli. Tutto il centro storico dell'Aquila è stato costruito con le ricchezze derivanti dalla pastorizia e dall'Arte della Lana, e poi ancora ricostruito dopo il terremoto del 1703 grazie all'esenzione totale per trenta anni dal pagamento dei fitti per le Locazioni in Puglia concessa dal Viceré ai notabili aquilani, proprietari di greggi numerosissime.

CARATTERISTICHE TECNICHE PRINCIPALI:

  • Kilometri totali 324
  • Terreno principalmente sterrato ed erboso.
  • Sentieri con salite costanti e pedalabili. Le tappe sono di circa 50 km con andatura turistica.
  • Bici consigliate Mountain Bike (listino noleggi)
  • Grado di difficoltà, Difficile. Vedi (Informazioni Utili)
  • Abbigliamento consigliato, Tecnico. Vedi (Abbigliamento)

COME ARRIVARE:

  • Auto, uscita A25 Popoli, uscita A24 L'Aquila. Viaggi programmabili su GOOGLE MAPS
  • Treno, stazione ferroviaria l'Aquila, orari su TRENITALIA e SANGRITANA

HIGHLIGHTS: 

  • Piana di Navelli, Parco della Transumanza, Collemaggio, Chiese Tratturali, Capodacqua, Torre capestrano, Claudia Nova, Parco del Gran Sasso, Parco Nazionale della Majella, Abazia di San Clemente a Casauria, Lanciano Centro Storico, Ponte delle Fascine, Costa Adriatica, Trabocchi, Porto vecchio di Termoli, Epitaffio.

PROGRAMMA:

1° GIORNO:  Basilica di Collemaggio/L'Aquila, Capestrano AQ! MTB (km 55, dislivello 400 mt,)

Il Regio Tratturo L'Aquila - Foggia è anche chiamato Tratturo Magno per la sua estensione, dato che è tratturo più esteso del meridione raggiungendo i 244 km. Parte da L'Aquila nei pressi della Chiesa di Santa Maria di Collemaggio e da Sant'Elia prosegue tra la SS17 ed il fiume Aterno fiancheggiando la ferrovia ed il Vivaio della Forestale Mammarella verso Bazzano, Onna e San Gregorio. Qui il percorso diventa interno su vie sterrate tra Poggio Picenze e san Demetrio ne' Vestini e prosegue oltrepassando il Vivaio della Forestale Pie' delle Vigne di Barisciano e raggiungendo l'antica Peltuinum nei pressi Prata d'Ansidonia. In questo tratto fino a Navelli, il tracciato del tratturo si sovrappone a quello dell'antica via romana Claudia Nova. Il Tratturo Magno scende poi verso la Chiesa di Santa Maria de' Cintorelli nel comune di Caporciano, dove si biforca in due rami paralleli, che corrono ad una distanza dai 4 ai 14 chilometri, dando origine al Tratturo Centurelle-Montesecco. Proseguendo, dalla chiesa di Santa Maria dei Cintorelli il tratturo sale attraversando una fitta vegetazione ai 840 m di Piano Aseno sopra Civitaretenga per poi scendere verso San Pelagia nella piana di Capestrano.

2° GIORNO: Ponte delle Fascine, Rosciano PE, Chieti! MTB (km 55dislivello 400 mt,)

Superato Capodacqua, il tratturo risale verso e Forca di Penne, a 918 m per poi iniziare la discesa lungo il versante nord della valle del Pescara, dirigendosi verso Cugnoli e Nocciano e passando dalla Provincia di Pescara a quella di Chieti attraverso il Ponte delle Fascine di Rosciano nei pressi di Villareia fino a raggiungere Chieti punto d'arrivo della seconda tappa. 

3° GIORNO: Chieti, Lanciano CH! MTB (km 53, dislivello 250 mt,)

Si prosegue in direzione di Bucchianico, andando poi verso San Vincenzo di Vacri, Ari, Giuliano Teatino, Arielli e Poggiofiorito, per risalire infine verso Lanciano. 

4° GIORNO: Lanciano CH, San Salvo CH! MTB (km 48, dislivello 200 mt,)

Da Lanciano di scende poi verso Santa Maria Imbaro e finalmente, seguendo la valle del Sangro, si raggiunge la costa adriatica nei pressi del Lido di Casalbordino. Si rientra poi nell'entroterra di Vasto per poi riaffacciarsi sulla costa nei pressi di San Salvo Marina. Il giorno successivo si proseguirà  con una tratto parallelo alla SS16 Adriatica fino a Petacciato Marina, entrando così in Molise.

5° GIORNO: San Salvo Marina CH, Serracapriola FG! MTB (km 55, dislivello 300 mt,)

Il tracciato del Tratturo L'Aquila - Foggia prosegue inoltrandosi nell'entroterra di Termoli seguendo la Strada Provinciale San Giacomo degli Schiavoni-Petacciato ed entra in Puglia a Montesecco nel comune di Chieuti, ricongiungendosi qui con il ramo proveniente da Centurelle.

6° GIORNO: Serracapriola FG, San Severo FG, Epitaffio Foggia! MTB (km 57, dislivello 200 mt,)

Poi il percorso degrada verso il fiume Fortore e raggiunge quindi il Tavoliere delle Puglie, dove a Foggia termina nei pressi del monumento dell'Epitaffio ricongiungendosi al tratturo proveniente da Celano.

DESCRIZIONI, ITINERARI, TRACCE, DETTAGLI ESCLUSIVAMENTE INDICATIVI. VERRANNO FORNITI COMPLETI IN FASE DI RISERVAZIONE.

VIAGGI SU MISURA:

Possibilità di organizzare Tour individuali, con o senza guida. (fornitura delle mappe)

Nei tour individuali è possibile modificare il percorso a richiesta, sia riguardo al viaggio che alla lunghezza delle tappe.

Per i Tour individuali, le date delle partenze, possono essere stabilite secondo proprie esigenze.

SERVIZI SEPARATI;

E' possibile noleggiare la sola bici o prenotare solo gli hotel o solo il trasporto bagagli o un misto dei tre.

  • Periodo: Partenza tutti i giorni su richiesta. Le date o i percorsi pianificati potrebbero subire leggere variazioni causa condizioni meteorologiche.
  • Valore dell'offerta: a partire da € 770 a persona l'intero pacchetto GARANZIA DI PARTENZA SICURA
  • Dettaglio costi: Dettaglio Costi: € 770 a persona se si superano le 4 persone € 870 a persona se si raggiungono le 4 persone € 970 a persona al di sotto delle 4 persone. Possibilità di SELF GUIDED con fornitura Mappe. Preventivo in base ai servizi richiesti.
  • Minimo partecipanti: 2
  • Dove si dorme:

    In strutture ricettive dislocate sul percorso, B&B o similari, convenzionate con Bikelife. 

  • La quota comprende:

    Guida, 6 notti 7 gg in hb con sistemazione in doppia. Assistenza con furgone al seguito, Ingressi ai punti d'interesse previsti, Trasporto di ritorno fino al punto di partenza.

  • La quota NON comprende:

    Bevande, tassa di soggiorno, Assicurazione Medico Bagaglio (su richiesta) e tutto quanto non espressamente indicato ne "la quota comprende"

  • Supplementi e riduzioni:

    noleggio bike, accessori e merchandising ufficiale, packet-lunch. pranzi. 

  • Categoria: Gruppo/Individuale
  • Prezzo per acquisto: 770
  • Prenota
RICHIEDI INFORMAZIONI